giovedì 17 maggio 2012

AI CITTADINI TRIBOLATI DI BRUSTOLEM SUL GRADELA, UN FRATERNO E INCORAGGIANTE SALUTO


Riprendono le "Cronache di Brustolem, sul Gradela", il nostro sindaco è stato rieletto!
Sorelle cittadine e fratelli cittadini pure, gioite! Il vostro beneamato sindaco è stato rieletto in modo plebiscitario. Sarebbe stato un plebiscito perfetto se Toni Calzetta, da Noi benevolentemente assunto con la qualifica di stradin e questo malgrado le sue tre lauree, ma solo considerando che è poareto in canna, non avesse votato CONTRO! Contro a Me, che sono il Sindaco. Non temete per la lacrima che mi brilla sul viso composto nel dolore. Questo mondo non è fatto per la riconoscenza. Forse quando mi trasferirò a fare il Sindaco nell’AldiLà, allora potrò sperare nella riconoscenza. Pensate che l’ingrato contestava il progetto della circonvallazione, che il mio stesso cognato (uomo di grande fiducia nostra, mia) aveva progettato, perché passava proprio nel letto del Gradela! Mi domando come fa un povero ing. stradino a contestare il SUO sindaco! Il Gradela è un fiume e, come si evince dalla relazione di MIO cognato, in un fiume ci passa il fiume. Questo è incontestabile e anche uno con tre lauree, e per giunta stradino, dovrebbe capirlo. Nessuna legge dice di che fiume si tratta. E noi abbiamo scelto un fiume di macchine. Cosa c’è di male?  

Nessun commento:

Posta un commento